L’Associazione per l’Informatica Umanistica e la Cultura Digitale intende promuovere e diffondere la riflessione metodologica e teorica, la collaborazione scientifica e lo sviluppo di pratiche, risorse e strumenti condivisi nel campo dell’informatica umanistica e nell’uso delle applicazioni digitali in tutte le aree delle scienze umane, nonché promuovere inoltre la riflessione sui fondamenti umanistici delle metodologie informatiche e nel campo delle culture di rete.

Set 132011
 

Dal 29 settembre al 1 ottobre 2011 si tiene all’ Università degli Studi di Napoli Federico II, la conferenza Internazionale Digital Diplomatics. Tools for the Digital Diplomatist.

Gli studiosi di diplomatica non hanno mai mostrato un’eccessiva resistenza all’uso della moderna tecnologia per supportare le loro ricerche. Tuttavia nessuna tecnologia fin dall’introduzione della fotografia ha avuto un impatto paragonabile al’utilizzo del computer su questioni e metodologia della diplomatica. L’immagine digitale ci fornisce riproduzioni di alta qualità a costi contenuti; per questo motivo oggigiorno è possibile trovare grandi corpora documentali online. Inoltre, essa consente operazioni con le quali è reso finalmente visibile ciò che generalmente non si vede a occhio nudo. La moderna tecnologia informatica dà accesso ad un’ampia raccolta di testi, entro i quali possono essere ricercate singole parole o frasi per aiutare a creare relazioni, a recuperare altri testi per un utile confronto, a cogliere i dati rilevandone la distribuzione geografica e temporale. Gli obiettivi del convegno consistono da una parte nel presentare progetti volti ad allargare il corpus dei documenti storici digitalizzati e dall’altra nel porre particolare attenzione alla ricerca che applica la tecnologia informatica ai documenti medievali e dell’inizio dell’età moderna, aspirando a cogliere problematiche di diplomatica pura, di ricerca storica o filologica.

Programma e altre informazioni

Sorry, the comment form is closed at this time.