L’Associazione per l’Informatica Umanistica e la Cultura Digitale intende promuovere e diffondere la riflessione metodologica e teorica, la collaborazione scientifica e lo sviluppo di pratiche, risorse e strumenti condivisi nel campo dell’informatica umanistica e nell’uso delle applicazioni digitali in tutte le aree delle scienze umane, nonché promuovere inoltre la riflessione sui fondamenti umanistici delle metodologie informatiche e nel campo delle culture di rete.

Nov 132015
 

Carissime amiche e amici,

la call for paper per il nostro convegno annuale AIUCD 2015 (http://www.aiucd2015.unito.it/), che quest’anno si terrà a Torino dal 17 al 19 Dicembre, ha avuto un successo senza precedenti, con 60 paper presentati. Voglio esprimere a nome del Direttivo un ringraziamento a tutte e tutti le colleghe/i che hanno inviato le loro proposte di intervento e ai Chair del comitato di programma per l’ottimo lavoro svolto.

La selezione delle proposte, seguendo gli standard ormai consolidati nella comunità scientifica internazionale, si è svolta con un processo di peer review: un sentito ringraziamento va anche ai colleghi che hanno accettato di svolgere questo lavoro. Sono stati selezionati 27 paper e altri 13 sono stati accettati come poster. Con enorme piacere vi annuncio anche che avremo come keynote speaker Franco Niccolucci, Scientific Director del VAST-LAB presso il PIN-Università di Firenze, e coordinatore di numerosi progetti di ricerca Europei nell’ambito del Digital Cultural Heritage. Avremo inoltre come invited speaker Leif Isaksen, Senior Lecturer in History (Digital Humanities) alla Lancastyer University, Caterina Bon, Direttore Generale della Direzione Generale “Educazione e Ricerca” del MiBACT e Davide Porporato, ricercatore di Antropologia dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale.

Ci sono tutte le premesse per un convegno di altissimo livello. Mi auguro dunque avere il piacere di vedervi tutte e tutti a Torino.

Fabio Ciotti, Presidente AIUCD

Sorry, the comment form is closed at this time.