L’Associazione per l’Informatica Umanistica e la Cultura Digitale intende promuovere e diffondere la riflessione metodologica e teorica, la collaborazione scientifica e lo sviluppo di pratiche, risorse e strumenti condivisi nel campo dell’informatica umanistica e nell’uso delle applicazioni digitali in tutte le aree delle scienze umane, nonché promuovere inoltre la riflessione sui fondamenti umanistici delle metodologie informatiche e nel campo delle culture di rete.

Nov 072012
 

Siamo lieti di annunciare che è stato pubblicato il volume:

Dall’Informatica umanistica alle culture digitali
Atti del Convegno di studi in memoria di Giuseppe Gigliozzi (Roma, 27-28 ottobre 2011)

a cura di Fabio Ciotti e Gianfranco Crupi
Quaderni Digilab – Casa Editrice Università La Sapienza
ISBN: 978-88-95814-82-7
DOI: 10.7357/DigiLab-32

Il volume raccoglie gli interventi del convegno organizzato per ricordare la figura e il magistero di Giuseppe Gigliozzi in occasione del decennale della scomparsa, e si articola in tre sezioni tematiche: lo statuto dell’informatica umanistica ; il testo e il computer ; oltre l’informatica umanistica: culture digitali e reti della conoscenza .

La pubblicazione è ad accesso aperto con licenza Creative Commons 3.0 ed è disponibile all’indirizzo: http://digilab-epub.uniroma1.it/index.php/Quaderni_DigiLab/index.

Sommario

Prefazione
Fabio Ciotti, A Giuseppe, amico e maestro

Lo statuto dell’informatica umanistica
Giovanni Ragone, Introduzione ai lavori
Tito Orlandi, Per una storia dell’informatica umanistica
Dino Buzzetti, Che cos’è, oggi, l’informatica umanistica? L’impatto della tecnologia

Il testo e il computer
Maurizio Lana, Da una digital library del latino tardo ad un corpus globale
Paolo Mastandrea, 1991-2011, un ventennio di evoluzione nella filologia pratica
Raul Mordenti, Domande teoriche sul concetto di edizione (nel nome di Giuseppe Gigliozzi)
Federica Perazzini, Oltre i confini del testo: le Digital Humanities tra scienza e opportunità
Francesca Tomasi, Digital editions between embedded markup and external representation. A case study: Vespasiano da Bisticci’s Letters

Oltre l’informatica umanistica: culture digitali e reti della conoscenza
Domenico Fiormonte, Per un critica culturale delle Digital Humanities
Fabio Ciotti, Web semantico, linked data e studi letterari: verso una nuova convergenza
Gianfranco Crupi, Universo bibliografico e semantic web
Emiliano Ilardi, La narrazione in rete dei patrimoni culturali digitalizzati
Christoph Bläsi, The book as a medium: interesting phenomena to be researched with the help of digital humanities approaches
Stefano Lariccia, Automi e linguaggio nell’ecosistema delle reti digitali

We are pleased to announce the publication of:

Dall’Informatica umanistica alle culture digitali.
Proceedings of the Conference in memory of Giuseppe Gigliozzi (Rome, 27-28 October 2011)

Edited by Fabio Ciotti and Gianfranco Crupi
Quaderni Digilab – Casa Editrice Università La Sapienza
ISBN: 978-88-95814-82-7
DOI: 10.7357/DigiLab-32

This volume collects the speeches given at the conference organized to commemorate Giuseppe Gigliozzi on the occasion of the tenth anniversary of his death, and is divided into three sections: The statute of Humanities Computing; Text and computer; Beyond Humanities Computing: digital culture and knowledge networks.

The book is published as an open access publication under the Creative Commons 3.0 License and is available at: .

Table of contents

Sommario

Prefazione
Fabio Ciotti, A Giuseppe, amico e maestro

Lo statuto dell’informatica umanistica
Giovanni Ragone, Introduzione ai lavori
Tito Orlandi, Per una storia dell’informatica umanistica
Dino Buzzetti, Che cos’è, oggi, l’informatica umanistica? L’impatto della tecnologia

Il testo e il computer
Maurizio Lana, Da una digital library del latino tardo ad un corpus globale
Paolo Mastandrea, 1991-2011, un ventennio di evoluzione nella filologia pratica
Raul Mordenti, Domande teoriche sul concetto di edizione (nel nome di Giuseppe Gigliozzi)
Federica Perazzini, Oltre i confini del testo: le Digital Humanities tra scienza e opportunità
Francesca Tomasi, Digital editions between embedded markup and external representation. A case study: Vespasiano da Bisticci’s Letters

Oltre l’informatica umanistica: culture digitali e reti della conoscenza
Domenico Fiormonte, Per un critica culturale delle Digital Humanities
Fabio Ciotti, Web semantico, linked data e studi letterari: verso una nuova convergenza
Gianfranco Crupi, Universo bibliografico e semantic web
Emiliano Ilardi, La narrazione in rete dei patrimoni culturali digitalizzati
Christoph Bläsi, The book as a medium: interesting phenomena to be researched with the help of digital humanities approaches
Stefano Lariccia, Automi e linguaggio nell’ecosistema delle reti digitali

Sorry, the comment form is closed at this time.