L’Associazione per l’Informatica Umanistica e la Cultura Digitale intende promuovere e diffondere la riflessione metodologica e teorica, la collaborazione scientifica e lo sviluppo di pratiche, risorse e strumenti condivisi nel campo dell’informatica umanistica e nell’uso delle applicazioni digitali in tutte le aree delle scienze umane, nonché promuovere inoltre la riflessione sui fondamenti umanistici delle metodologie informatiche e nel campo delle culture di rete.

Nov 232015
 

Programma del IV convegno annuale AIUCD

Torino 17-19 dicembre 2015

È ora possibile iscriversi al convegno e pagare la quota corrispondente alla propria situazione: socio senior o junior, non socio senior o non socio junior. Con senior intendiamo la condizione di chi è strutturato, con junior la condizione di chi è studente o non ha un lavoro stabile. Scegliete voi ciò che si applica al vostro caso.

Iscriviti ad AIUCD2015

Un cordiale saluto dal comitato organizzativo, speriamo di incontrarvi a Torino il prossimo dicembre!

Digital Humanities e beni culturali: quale relazione?

Programma di giovedì 17 dicembre 2015

11-11,35 Saluti istituzionali di
Gian Maria Ajani, Rettore dell’Università di Torino e Presidente della scuola a rete DiCultHer;
Enrico Pasini, MeDiHum (Memoria Digitalis Humanistica), UniTO ;
Mario Squartini, Vicedirettore alla Ricerca, Dipartimento di Studi Umanistici, UniTO;
Adele Monaci, Direttore del Dipartimento di Storia, UniTO;
Renato Grimaldi, Direttore del Dipartimento di Filosofia, UniTO

11,35-12,35 Franco Niccolucci, Scientific Director del VAST-LAB presso il PIN-Università di Firenze, relatore invitato, Contesti digitali e critica delle fonti.
12,35-13,05  Caterina Bon Valsassina, Direttore generale della Direzione Generale Educazione e Ricerca del MiBACT, relatore invitato:  “La nuova Direzione generale Educazione e Ricerca del MiBACT: prospettive per la formazione e l’educazione al patrimonio

13,05-13,20  Carmine Marinucci, Segretario Generale della scuola a rete DiCultHer, relatore invitato: Un pensiero italiano per la formazione delle competenze nel Digital Cultural Heritage

13,20-14,30  Pranzo

14,30-15,00  Fabio Ciotti, presidente AIUCD, Digital Heritage/Digital Humanities: una linea di faglia

15,00-15,30  Letizia Bollini, Dario De Santis, Sara Radice, Paola Zocchi: Gli archivi degli psicologi on-line Il nuovo portale del centro Aspi

15,30-16,00  Noemi Mafrici DAD – Dipartimento di Architettura e Design, Politecnico di Torino, Michela Mezzano, studiosa indipendente: Racconti digitali della Torino che non c’è

16,00-16,30 Martin M. Morales, Irene Pedretti, Archivio Storico della Pontificia Università Gregoriana; Angelica Lo Duca, Istituto di Informatica e Telematica (CNR); Lorenzo Mancini, Silvia Piccini, Istituto di Linguistica Computazionale “Antonio Zampolli” (CNR): Un caso di integrazione tra Public History, Cultural Heritage e Digital Humanities: l’Archivio storico della Pontificia Università Gregoriana e il progetto Clavius on the Web

16,30-17,00  Coffee break

17,00-17,40  Leif Isaksen, senior lecturer in History (Digital Humanities), Lancaster University; Director of Pelagios 3 project,  relatore invitato: Pelagios Commons: Building Communities in the Linked Data Cloud

17,40-18,10, Giovanni A. Cignoni: Progetto HMR, Dip. di Informatica, Università di Pisa: CHKB: dare struttura (visitabile) alle collezioni tecnico-scientifiche

18,10-18,40  Sandra Vujosevic, Marija Segan, Milica Knezevic, Zoran Ognjanovic, Mathematical Institute SASA, Belgrade, Serbia: Project “Digitarijum”: creation of teaching material for digital heritage


 

Programma di venerdì 18 dicembre 2015

 

9,00-9,30 Willemien Sanders, Assistant professor, Department of Media and Culture Studies, Utrecht University, the Netherlands; Mariana Salgado, Postdoc, Department of Media – ARTS, Aalto University, Finland: Digital access to audiovisual cultural heritage. Archives, developers and scholars unite (or not)

9,30-10,00 Federico Meschini, Università degli Studi della Tuscia, La narrazione della complessità. Goedel, Propp e il problema della cricca

10,00-10,30 Paolo Cignoni, Marco Callieri, Matteo Dellepiane, Nico Pietroni, Roberto Scopigno Visual Computing Lab, ISTI – CNR, Pisa: 3D Printing and Cultural Heritage

10,30-11,00 Elena Cabrio, Catherine Faron Zucker, Université de Nice Sophia Antipolis, France; Sara Tonelli, Fondazione Bruno Kessler, Trento, Italia; Serena Villata, CNRS, I3S Laboratory, France; Ahmed Missaoui, studioso indipendente: Semantic Linking to Enrich Small Artwork Collections: Experiences with Archivio di Nuova Scrittura

11,00-11,10 Anna Busa, Data Management: Esperienze di comunicazione e disseminazione nel Cultural Heritage

11,10-11,30 Coffee break

11,30-12,10 Davide Porporato Università del Piemonte Orientale, relatore invitato:  Etnografia 2.0: i “Granai della Memoria”

9,00-9,30 Carla Basili, Grazia Biorci, Antonella Emina Istituto IRCRES del Consiglio Nazionale delle Ricerche:Digital Humanities e Società: un impatto necessariamente “intermediato”

12,40-13,10 Luca Rosati, Università per Stranieri di Perugia, Antonella Schena, Istituto degli Innocenti, Firenze: La knowledge organization come collante fra i diversi canali di un’organizzazione e come ponte tra fisico e digitale. Il caso dell’Istituto degli Innocenti di Firenze

13,10-13,40 Valentina Bartalesi, Carlo Meghini, Daniele Metilli, Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione “Alessandro Faedo” (ISTI) – CNR, Pisa; Paola Andriani, Mirko Tavoni, Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica, Università di Pisa: DanteSources: The Digital Library of Dante Alighieri’s Primary Sources

13,40-14,40 Pranzo

14,40-15,10 Elisa Pruno – Assegnista di ricerca in Archeologia Medievale -Dipartimento Sagas, Università degli Studi di Firenze, Michele Nucciotti – Professore a contratto in Archeologia Medievale-Dipartimento Sagas, Università degli Studi di Firenze, Pierre Drap – Chargé de recherche CNRS I&M Luminy(Marseille Sud): Spatial 3D Representation and Medieval Archaeology: Searching a new common language

15,10-15,40 Paola Tomè, Marie Curie Fellow, Magdalen College , University of Oxford: Adottare libri antichi in classe. Come integrare le DH e la fruizione di prime edizioni a stampa a scuola?

15,40-16,10 13,00-13,30 Alice Borgna (r), Raffaella Afferni and Timothy Tambassi, Università del Piemonte Orientale: La percezione dello spazio degli antichi, un Bene Culturale da valorizzare. Il progetto GeoLat

16,10-16,40 Martina Visentin, LIDA – Laboratorio Informatico per la Documentazione Storico Artistica, Università degli Studi di Udine: Laboratorio LIDA – Università di Udine: Esperienze di open data e progetti di integrazione

16,40-17,10 coffee break

17,10-17,40 Stefano Casati, Museo Galileo, Firenze; Tiziana Possemato, @CULT, Roma: Esperienze di adozione di principi e metodi del web semantico e dei Linked Open Data nella ricerca

17,40-18,10 Alberto Campagnolo, independent researcher: Towards a digitization of the materiality of written cultural heritage

18,10-18,40 Edoardo Ferrarini, ALIM ieri e oggi


 

Programma di sabato 19 dicembre 2015

 

9,00-9,30 Rossana Damiano, MeDiHum e Dipartimento di Informatica, Università di Torino:  Digitalizzazione e ricerca: dai contenuti alle interfacce. Progetti del Centro MeDiHum

9,30-10,00 Andrea Bolioli (r), Vittorio Di Tomaso, CELI; Alessio Antonini, Guido Boella, Università di Torino; Elisa Chiabrando, Felice Di Luca,TRIM; Eleonora Pantò, CSP: Le avventure di Librare: app, libri e biblioteche nel mondo del web

10,00-10,30 Enrica Salvatori, Roberto Rosselli Del Turco, Chiara Di Pietro, Alessio Mia, Laboratorio di Cultura Digitale – Università di Pisa: Il Codice Pelavicino tra edizione digitale e public history

10,30-11,00 Paola De Caro, Claudia Corcione, Silvia Naro, Evodevo s.r.l., Un nuovo approccio per navigare nella geografia del mondo antico: GO!

11,00-11,30 Coffee break

11,30-12,00 Nicola Ferro, Gianmaria Silvello, Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, Università degli Studi di Padova: Towards a User-Orientation of Digital Archives

12,00-12,30 Silvia Calamai (r), Francesca Biliotti, Università degli Studi di Siena: Gli archivi sonori tra scienze umanistiche digitali e beni culturali

12,30-13,00 Marilena Daquino, Silvio Peroni, Francesca Tomasi and Fabio Vitali, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna: Zeri Photo Archive project: towards a model for defining authoritative authorship attributions

13,00 – 13,30 Pierluigi Feliciati Università di Macerata: La percezione dell’archivio nel quadro delle digital humanities: qualche riflessione

13,30-14,30 Assemblea dei soci AIUCD

Sorry, the comment form is closed at this time.